Superbonus 110%

L’agevolazione è concessa per interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti o riducono il rischio sismico degli stessi.

La detrazione spetta in particolare per gli interventi effettuati su parti comuni di edifici, su unità immobiliari funzionalmente indipendenti e su singole unità immobiliari.

Gli interventi trainanti sono:

  • Isolamento termico
  • Sostituzione degli impianti
  • Interventi antisismici

A questi si possono aggiungere interventi trainati che sono:

  • Efficientamento energetico (lavori rientranti nell’ecobonus)
  • Installazione di impianti fotovoltaici
  • Installazione di impianti di accumulo
  • Installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici
  • Interventi finalizzati all’eliminazione di barriere architettoniche

La detrazione è riconosciuta nella misura del 110% da ripartire in 5 quote annuali di pari importo (solo in riferimento alle spese sostenute nel corso del 2022, la detrazione è ripartita in quattro rate mensili di pari importo).

BENEFICIARI PRINCIPALI
Il beneficio sarà fruibile  sulle spese sostenute per  gli interventi  effettuati  dai seguenti soggetti:
* dai condomìni
;
* persone fisiche private, con riferimento agli interventi su edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche;
* dalle persone fisiche al di fuori dell’esercizio attività di impresa, arti e professioni (per gli interventi di riqualificazione energetica la possibilità di fruire del Superbonus del 110% sarà limitata alle spese per le  opere eseguite su massimo due unità immobiliari, fermo restando il riconoscimento delle detrazioni per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio. Per le altre tipologie di intervento, invece, non ci sono limitazioni al numero delle unità immobiliari che possono essere oggetto di interventi agevolati con il Superbonus);
* dagli IACP (Istituti Autonomi Case Popolari), dagli altri enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti Istituti, in possesso di particolari requisiti, per interventi su immobili di loro proprietà, ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica;
* dalle cooperative di abitazione a proprietà indivisa, per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci;
* dalle ONLUS, dalle ODV, dalle APS;
* dalle associazioni e società sportive dilettantistiche, iscritte nell’apposito registro,  limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi;
* dalle “Comunità energetiche rinnovabili” costituite in forma di enti non commerciali o da parte di condomini che aderiscono alle configurazioni di cui allart. 42-bis del dl 162/2019, per l’autoconsumo condiviso di fonti energetiche rinnovabili, limitatamente alle spese sostenute per gli impianti solari fotovoltaici  di max 200 kw di potenza e relativi impianti di accumulo gestiti dalle stesse comunità, in questo caso il Superbonus si applicherà sulla spesa relativa all’impianto fino a 20 kw di potenza, mentre sulla spesa relativa ai kw di potenza eccedenti, la detrazione spettante sarà quella di cui all’art. 16 del TUIR comma 1 lettera h) pari al 50%., con la spesa massima detraibile, riferita all’intero impianto che  non potrà superare complessivamente i 96.000 euro
;
* dagli immobili privi di A.P.E. perché sprovvisti di copertura, di uno o più muri perimetrali, o di entrambi, purché al termine dei lavori raggiungano una classe energetica in fascia A e vengano effettuati lavori di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda, anche in caso di demolizione e ricostruzione o ricostruzione su sedime esistente.
CONTENUTO DELL’AGEVOLAZIONE
L’agevolazione consiste in una detrazione, calcolata nella percentuale del 110%  sulle spese sostenute nel periodo temporale indicato di seguito, per opere di riqualificazione energetica e/o, opere per l’adozione di misure antisismiche (detti interventi «trainanti»)  e per altri interventi  collegabili alle stesse (detti interventi «trainati»), utilizzabile ai fini delle imposte sui redditi (IRPEF e IRES) in 5 quote annuali di pari importo (solo in riferimento alle spese sostenute nel corso del 2022, la detrazione è ripartita in quattro quote annuali di pari importo). Per gli interventi eseguiti sulle parti comuni di condomìni residenziali comprendenti unità immobiliari di proprietà o detenuti da società di persone o associazioni professionali, ecc. l’agevolazione spetta pro-quota ai soci delle stesse.

Ai fini dell’applicazione dell’agevolazione, un’unità immobiliare può ritenersi “funzionalmente indipendente” qualora sia dotata di almeno tre delle seguenti installazioni o manufatti di proprietà esclusiva: impianti per l’approvvigionamento idrico, impianti per il gas, impianti per l’energia elettrica, impianto di climatizzazione invernale.
PERIODO TEMPORALE DI APPLICAZIONE DELL’AGEVOLAZIONE E MISURA DELLA STESSA
L’agevolazione in questione si applicherà alle spese sostenute dal 01/07/2020 al 30/06/2022 per interventi effettuati sui singoli edifici o sulle parti comuni di condominio.
Per i condomìni è stabilita un’ulteriore proroga al 31.12.2022, alla condizione che al 30.06.2022 siano stati eseguiti interventi per almeno il 60% di quelli complessivamente previsti.
Gli IACP godono della proroga al 30.06.2023 se al 31.12.2022 sono stati eseguiti interventi per almeno il 60% di quelli complessivamente previsti (per gli IACP la detrazione sarà ripartibile in 4 quote annuali solo riguardo alle spese sostenute all’ 01.07.2022.

Normativa di riferimento

* Conversione in legge 77 del 17 luglio 2020 del Decreto Rilancio n.34 del 19 maggio 2020

* Decreto Rilancio n.34 del 19 maggio 2020 convertito in legge 77 del 17 luglio 2020.
Con particolare riferimento agli articoli 119 e 121

* Schede tecniche – articoli 119 e 121 del Decreto Rilancio n. 34 del 19 maggio 2020

* Modificazioni apportate al Decreto Rilancio in sede di conversione.

* Circolare n.24/E dell’Agenzia delle Entrate dell’8 agosto 2020 (Detrazione per interventi di efficientamento energetico e di riduzione del rischio sismico degli edifici, nonché opzione per la cessione o per lo sconto in luogo della detrazione previste dagli articoli 119 e 121 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34)

News

Superbonus 110%: Servizio Bonus Detrazioni in Edilizia

Articolo a cura di Maurizio Gasperoni, Responsabile Dipartimento Politiche Economiche, Sociali e Sindacali di CNA Ravenna, pubblicato sul Mensile di CNA Territoriale di Ravenna “Tempo d’Impresa”
Leggi l’articolo >>


Superbonus 110%: nuovi obiettivi. Le proposte di CNA per favorire il reale decollo della misura

Articolo a cura di Maurizio Gasperoni, Responsabile Dipartimento Politiche Economiche, Sociali e Sindacali di CNA Ravenna, pubblicato sul Mensile di CNA Territoriale di Ravenna “Tempo d’Impresa”
Leggi l’articolo >>


Superbonus 110%: La nuova sfida per far ripartire il Paese

Articolo a cura di Roberto Belletti, Responsabile CNA Costruzioni e Installazione Impianti Ravenna, pubblicato sul Mensile di CNA Territoriale di Ravenna “Tempo d’Impresa”
Leggi l’articolo >>


Superbonus 110%: Gli interventi, la documentazione necessaria, lo sconto in fattura e la cessione del credito

CNA Ravenna, con i suoi uffici e consulenti, è a disposizione, tramite appuntamento, per aiutare le imprese, i professionisti e i privati cittadini a ottenere il massimo risultato applicando le nuove opportunità. Leggi l’articolo e visualizza le schede di dettaglio >>


Bonus 110%: il lungo percorso che ci ha portato alla definizione delle regole per l’applicazione può dirsi praticamente concluso

Articolo a cura di Roberto Belletti, Responsabile CNA Costruzioni e Installazione Impianti Ravenna, pubblicato sul Mensile di CNA Territoriale di Ravenna “Tempo d’Impresa”
Leggi l’articolo >>


Decreto Rilancio – Approfondimenti di dettaglio: Superbonus del 110% al via dal 1° luglio

Questo provvedimento può rappresentare un punto di partenza molto importante per le imprese dopo un lungo periodo di crisi e un’opportunità per i privati cittadini che possono riqualificare a costo zero i propri edifici migliorandoli sul piano energetico e sismico. Leggi l’articolo >>


Superbonus: opportunità per la ripresa ma servono procedure snelle ed efficaci

Articolo a cura di Pierpaolo Burioli, Presidente CNA Territoriale di Ravenna, pubblicato sul Mensile di CNA Territoriale di Ravenna “Tempo d’Impresa”
Leggi l’articolo >>

I commenti sono chiusi.